Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vasco rossi’

Ecco a voi la colonna sonora ufficiale di Babbobecco. Quelli riportati qui sotto sono tutti brani citati in modo diretto o indiretto nel romanzo. Si tratta di una tracklist assai eterogenea, che vede rappresentati vari generi musicali. Quattro sono i pezzi italiani, tre dei quali realizzati da cantautori peraltro molto diversi tra loro (il pop melodico di Luca Carboni, il rock di Vasco Rossi e il blues di Zucchero) e l’altro da una delle band più innovative degli ultimi anni, i Bluvertigo.

Sei i brani in lingua inglese, tra cui spiccano capolavori come More Than This dei Roxy Music, The Lady Is A Tramp di Frank Sinatra e Scarborough Fair di Simon & Garfunkel. La presenza della comunque valida Belinda Carlisle, dei Backstreet Boys e soprattutto di Madonna, al di là del valore dei brani, è legata più che altro ad alcuni particolari episodi delle movimentate vicende di Stefano. Prima di chiudere, a scanso di equivoci, preciso che la Babbobecco Original Soundtrack è un album soltanto virtuale: non lo troverete in vendita da nessuna parte!

 

Babbobecco Original Soundtrack

  1. Backstreet Boys – I Want It That Way
  2. Belinda Carlisle – Vision Of You
  3. Bluvertigo – Fuori Dal Tempo
  4. Frank Sinatra – The Lady Is A Tramp
  5. Luca Carboni – Mare Mare
  6. Madonna – Like A Virgin
  7. Roxy Music – More Than This
  8. Simon & Garfunkel – Scarborough Fair
  9. Vasco Rossi – Vita Spericolata
  10. Zucchero Sugar Fornaciari – Diavolo In Me

Read Full Post »

Ebbene sì, in Babbobecco (a pag. 80) è presente la citazione di uno dei pezzi più celebri del Blasco nazionale. Si tratta dell’intramontabile Vita Spericolata, un brano che Vasco Rossi presentò al Festival di San Remo nel 1983: arrivò soltanto penultimo, ma da lì in poi il suo successo esplose fragoroso lungo tutta la penisola.

Scritta dallo stesso cantautore di Zocca (per quanto riguarda il testo) e da Tullio Ferro (la parte musicale), fu inserita nel fortunatissimo album Bollicine ed è una sorta di romantico inno ribelle contro gli stereotipi e le convenzioni della società moderna.

In questo caso, sono il protagonista Stefano e il suo amico Manlio a ricordare, con malinconica ironia, alcuni versi della canzone, collegandoli, in un certo senso, alle loro speranze adolescenziali, fatalmente destinate a rimanere deluse con il trascorrere degli anni. Si tratta dello stesso capitolo in cui appare, poco prima, Mare Mare di Luca Carboni.

Read Full Post »